Luogo Evento

LODè (NU)
Piazzetta Sa Purissima

Data - Ora

26 AGOSTO 2021
21:00
LODè (NU)

Lodè è un centro dell’alta Baronia che conta circa 1500 abitanti, si distende ai piedi del monte Calvario, circondato dalla catena del Montalbo e dei monti granitici di Bitti, Buddusò e Alà dei Sardi. E’ un paese ricco di storia che si caratterizza per le bellezze naturali (parco, montagna e lago), per la cultura (antiche chiese e arredi sacri) e per le tradizioni popolari. Il paese di tradizione agropastorale ha un centro storico tipicamente medievale caratterizzato da case in pietra con balconi in legno, strade ‘spezzate’, vicoli stretti e portici, disposti attorno alle sue antiche chiese. Le prime tracce umane a Lodè risalgono al Neolitico e la attestano alcune domus de Janas, qui dette calas ‘e sos naneddos (grotticelle dei nani). La maggiore testimonianza della civiltà nuragica risale all’età del Bronzo ed è il nuraghe sa Mela, sul monte Prana. I primi documenti scritti su Lodè risalgono probabilmente al 1100 circa quando la Villa faceva parte del Giudicato di Gallura; interessante a questo proposito risulta la mostra storica che permette di consultare copie dei documenti presenti negli archivi di Barcellona, Cagliari e Nuoro. Ricche di storia le antiche chiese: sa Itria (costruita verso il 1625 e crollata negli anni ’40 e ricostruita nel 2014), su Remediu (apparteneva all’Ordine dei Trinitari ed è stata riedificata alla fine del 1600), Santu Juanne (restaurata alla fine del 1600), sa Purissima (risalente ai primi anni del 1700) e la chiesa di Sant’Antonio da Padova attuale parrocchiale; le prime testimonianze di questa chiesa risalgono al XV secolo quando viene citata insieme all’ormai scomparsa chiesa di Santa Croce, in un elenco voluto dal vescovo di Galtellì. La tradizione locale, nonché le fonti documentali a partire dal XV secolo, attesta la presenza di una chiesa dedicata a S. Andrea, parrocchiale sino al XVIII secolo. Da visitare anche la chiesa di Sant’Anna posta nell’omonima frazione ai piedi del Montalbo. Numerose le tradizioni che arricchiscono la vita del paese: Sant’Antoni ‘e su ocu, il carnevale, i riti della Settimana Santa e su Purgatoriu. Nel territorio di Lodè ricade parte del parco di Tepilora, una delle aree più rigogliose dell’Isola con quasi ottomila ettari di foreste incontaminate che ha ottenuto il riconoscimento dall’Unesco nel 2017. Si possono trovare itinerari segnalati, un tempo sentieri di carbonai, con siti preistorici e pennettos, antiche dimore dei pastori. Per i trekker, ideali i percorsi tracciati dal Comune di Lodè in collaborazione con il C.A.I. nel 2007.

Fonte: Borghi Autentici d’Italia https://www.borghiautenticiditalia.it/